Siamo pronti ..... per auto completamente elettrica !?!?!?!

galassia06

Iscritto Attivo
28/3/16
1,238
42
48
Giove
Siamo pronti ..... per auto completamente elettrica !?!?!?!

Saluti ..forum ... volevo chiedervi .. secondo voi siamo pronti per l'auto completamente elettrica ???
siamo sicuri che è il vero futuro ... d'energia pulita??
vero è che già altri bran ... stanno già percorrendo questa strada e con partecipazione a campionati tipo F1 , volevo sapere le vostre impressioni e / o conclusioni..... grazie ragazzi ... poi dico la mia.... ciaoo
mercedes-piano-auto-elettriche_48829c4564584e6fab914145abca09410daa4.jpg
mercedes-generation-eq_22.jpg
mercedes-generation-eq_52.jpg un pò spartana ?!?! non sò......
 
Ultima modifica:

Nordkapp

MBenz Owner
2/6/06
4,774
97
48
, Italy.
C'è tutta l'infrastruttura da creare dietro, in Scandinavia si è già fatto qualcosa, in altre nazioni no, anche perchè poi bisogna poi fare il pieno e se non lo fai a casa/luogo di lavoro, non è che si può riempire tutti i marciapiedi di colonnine.
Ovvio che se ci sarà un netto miglioramento dei tempi di ricarica se ne riparlerà, ma per esempio ad Oslo ho visto solo 1 Tesla taxi a confronto con decine di MB E.
Per la Smart che in futuro dovrebbe essere solo elettrica, la vedo comunque come un azzardo, dalla Germania in su non se ne vedono e voglio vedere quanti italiani con Smart le parcheggiano in garage.
 

galassia06

Iscritto Attivo
28/3/16
1,238
42
48
Giove
Grazie NordKapp ,
grazie per la tua opinione , che condivido e andrò oltre ....qualcun altro .......
 

galassia06

Iscritto Attivo
28/3/16
1,238
42
48
Giove
Ancora qualche altra notizia... ,
FRANCOFORTE – La prima compatta elettrica della famiglia Eq di Mercedes è una due volumi da 4,285 metri di lunghezza. EqA concept ha un profilo coupè ed un passo di 2,729 metri con un'altezza di 1,428. Sorprende un po' che, almeno in versione da esposizione, cioè come è stata presentata al Salone di Francoforte, abbia ancora gli specchietti retrovisori e monti generosi cerchi da 20 pollici, peraltro “nascosti” sotto generosi passaruota.
Nella migliore delle configurazioni, l'autonomia a zero emissioni è di 400 chilometri. Ma i futuri clienti potranno scegliere la capacità della batteria (dalla quale dipenderà anche il costo dell'auto) in base alle proprie esigenze. I motori elettrici sono due, uno montato sull'asse anteriore, l'altro piazzato su quello posteriore, per un totale di 272 cavalli (200 kW) e 500 Nm di coppia. La trazione è integrale, ma per moderare i consumi un software amministra la distribuzione dell'energia. La griglia virtuale esterna visualizza il tipo di marcia.

«Con la Mercedes-Benz Concept EqA la nostra offensiva elettrica prosegue a passo spedito – ha spiegato Dieter Zetsche, Ceo di Daimler - Entro il 2022 lanceremo sul mercato oltre dieci veicoli a trazione completamente elettrica». Compatta ed a zero emissioni, EqA sarà anche divertente da guidare con la sua annunciata accelerazione da 0 a 100 km/h di circa 5 secondi. Chi sta al volante può optare fra due programmi di marcia, Sport (la griglia si trasforma in un'ala brillante nel formato orizzontale) e Sport Plus (il frontale esibisce listelli verticali che ricordano la griglia Panamericana).

Gli accumulatori sono agli ioni di litio con celle “pouch” ad alta efficienza. Il sistema totale può arrivare fino a oltre 60 kWh. La batterie sono prodotte dalla Deutsche Accumotive, una controllata di Daimler. Per la ricarica, Mercedes anticipa anche quella a induzione oltre che mediante un wallbox. Chi ha fretta può sempre "ripiegare" per il sistema rapido per il quale in 10 minuti alla presa vengono garantiti 100 chilometri di autonomia.

Gli interessati alla versione di serie di EqA concept devono comunque pazientare. Il primo modello della famiglia di auto elettriche sarà il crossover EqC, evoluzione del prototipo Eq esibito al Salone di Parigi dello scorso anno. La produzione comincerà nel 2019. Lo stabilimento prescelto è quello di Brema, in Germania, dove verrà concentrata la fabbricazione delle auto elettriche del futuro.
IMG_20171129_173333.jpgMB.jpg
 

galassia06

Iscritto Attivo
28/3/16
1,238
42
48
Giove
E ora vi dico perchè sono scettico ... a questo progetto .. " l'elettrico " .... ,
- tutto questo lo penso .. non mi sono fatto influenzare da nessuno ..... !!!! ..e tutto questo in nome di energia pulita !?!?!
1) come paese non siamo in grado di provvedere ad erogare una quantità d'energia ... per usi domestici/industriali su un trend normale ( dobbiamo acquistare energia da nazioni vicino a noi ... che hai me .. la producono con centrali nucleari !!! ... ricordatevi questo ... che poi ci torno sopra ... **) .. figuriamoci con tutta energia che si dovrebbe fornire ...... ???
2) ma una volta che le batterie sono da sostituire ...... ( se elettrico prende il sopravento ...si avrebbe un giro più tosto ed elevato di batterie da sostituire ) .... ma hai me ... da smaltire in ecologia .... sapete i costi ...... non da poco .....
3 ) costi di una batteria nuova da installare in auto ??? ( regole del mercato ...più richiesta maggiore il prezzo ..... o no !?!?! ) .


** Quindi per avere un'auto ad energia pulita .. non vorrei che ci trovassimo ad avere ... bisogno di centrali nucleari , e discariche di batterie da bonificare ... ritrovate a vanvera ovunque .... , ma sono veramente cattivo ???? Dite .... me ne scuso ........ ciaoo
 

djlight

Super Moderator
Staff Forum
22/5/06
7,174
17
38
38
Milano, Italy
Ciao Galassia,
il discorso è abbastanza complesso, a dal mio personale e sottolineo personale punto di vista, non esistono ancora dei dati precisi.
Non ti nego che è molto che anche io penso alla cosa e che l'autunno passato stavo pensando di prendere una tesla model s, ci è mancato davvero poco.

Credo che il passaggio alle auto elettriche sarà davvero il prossimo passaggio e sinceramente me lo auguro. Anche se ci mancheranno i suoni emozionanti dei v8 o v12 benzina.
Dal punto di vista ecologico ci sono varie questioni da te giustamente evidenziate.
1- CO2, come sappiamo le auto elettriche non emettono co2, ma si emette co2 nella produzione delle batterie e nella produzione della corrente. Per quanto riguarda la batterie è inevitabile, per quanto riguarda la produzione, sta all'intelligenza dei singoli stati, quindi se il nostro è o sarà più indietro ci saranno stati più avanti, ma soprattutto una richiesta maggiore di energia porterà gli stati a dover produrre maggior energia, quindi non saremo più noi costretti a comprare il nuovo modello euro7 perchè il vecchio euro4 non potrà più circolare, saranno le leggi comunitarie a obbligati gli stati alla produzione di energia pulita.
2- Polveri sottili, oggi la grande piaga delle nostre grandi città, il famoso pm10, supera costantemente il livello massimo tanto che sono accertate quasi 5000 morti/anno. Su questo l'elettrico è davvero a 0
3- Le batterie delle auto elettriche solitamente sono al litio, il litio è un metallo presente in quantità non abbondanti, questo potrebbe essere un problema a sfavore delle auto elettriche.
4- Aumento delle case con pannelli solari, più facile nei paesi che nelle grandi città per le dimensioni delle case. Ricaricare l'auto con il proprio pannello vuol dire avere energia pulita per la propria auto e per la propria casa, costo quasi zero.
5- Durata delle batterie, Tesla ad esempio garantisce le batterie 8 anni o 200.000 km, quindi immagino che la durata sarà di circa 10 anni. Che fare poi? bella domanda...
6- Manutenzione, le auto elettriche hanno un motore molto semplice in grado di superare facilmente il 1.000.000, non hanno il cambio, e non hanno lubrificanti liquidi. Molto olio in meno, di difficile produzione e smaltimento. Anche le manutenzioni costeranno meno.
7- La diminuzione dell'uso di carburanti fossili e oli permetterà un decremento della richiesta di greggio per il quale negli anni abbiamo visto l'evolversi di molte guerre, ed è probabile quindi una riduzione del suo costo dovuto alla domanda inferiore.

In conclusione non so dirti se davvero è meglio o no l'auto elettrica, certo alcuni dati sono importanti ed altri sono scoraggianti.
Personamente sono molto tentato dall'acquisto di un auto elettrica, e spero che mercedes si sbrighi, in quanto la Tesla Model 3 dal costo di circa 42000 euro inizia ad essere un prodotto davvero interessante.
 

galassia06

Iscritto Attivo
28/3/16
1,238
42
48
Giove
Ciao dj ,
Letto trovo molto interessante la tua disamina , sono sul cellulare stasera rispondo , e nel frattempo spero si aggreghi qualcun altro , ciaooo
 

galassia06

Iscritto Attivo
28/3/16
1,238
42
48
Giove
Ciao djlight ,
la tua disamina sul tema non fa una piega ... per cui la condivido in pieno .... , ottimo il confronto tra le due auto ... ma nei 10 anni .. il costo per l'utente è pari.... .

Ma chi non vorrebbe un'ambiente pulito ... far crescere i nostri figli, noi ecc. . Ma voglio attirare all'attenzione hai possibili rischi ... direte di che ?
pensiamo per cinque minuti che tutti noi si passi ad un elettrico puro ( auto ) .. ma di quanti kwh si ha bisogno ?? siamo pronti a soddisfare questa richiesta? ..e a che costi? ... e già quali costi ... ? Si sà è una legge del mercato ( non scritta ...mahhh ) più richiesta e...più il prezzo si alza .... !! Ed ecco i miei dubbi ... in un paese come il nostro dipendente da altri paesi ( dove hanno costruito centrali nucleari ) e acquistiamo energia ... non è che dopo un bucato con la nostra lavatrice ...o il frigo in funzione .. ci costeranno quattro volte tanto !?!?!?! .
Ma siamo sicuri che anche facendo questi sacrifici ..... averemo un pianeta migliore .... senza smog ...... , e vi faccio un esempio se volete ...molto stupido .... il presidente coreano del Nord ... continua a far brillare testate nucleari .. molto spesso .... pensate che una delle ultime implosioni è quattro volte superiore a hiroshima ( sola ) pensate il calore e le radiazioni che si propagano sulla terra .... per non parlare delle fughe di radiazioni delle centrali vicino a noi .....e le radiazioni su lamiere d'auto nuove importate ..... ( testate per caso da un mio amico e collega .... lavoriamo a contatto stretto con gli RX fascia A )..... scusate per la mia prolissa disamina...... ciaooo

 

Nordkapp

MBenz Owner
2/6/06
4,774
97
48
, Italy.
Peri l pm 10 e 2,5 Vi consiglio di dare un'occhiata all'inchiesta della Tv Svizzera italiana: https://www.rsi.ch/la1/programmi/informazione/patti-chiari/Inchieste/inchieste-andate-in-onda/Cambiamo-aria-8876161.html quindi che sia il traffico o come si vede anche cucinare, ecc..... l'inquinamento è maggiore di quello che si controlla sopratutto in casa.

Si potrebbe bagnare le strade per abbassare l'inquinamento, di sicuro c'è meno inquinamento ora che 50 anni addietro quando c'erano olio pesante e carbone come riscaldamento.

Galassia non sarebbe contento, ma c'era un signore a Portobello (con Tortora) che voleva abbattere il Turchino, ci sarebbe aria più pulita in pianura padana e meno nebbia in inverno; palliativo?

Le batterie si riciclano, ovviamente se dopo 10 anni mi trovo a dover spendere una cifra di decine di migliaia di euro per un nuovo pacco batterie, probabilmente l'auto viene rottamata.

Pannelli solari, dicono che ci siano problemi di smaltimento, però chi l'ha potrebbe ricaricare le batterie dell'auto gratis.

Il problema dell'auto elettrica è più che altro autonomia e tempo di ricarica, per ora solo su uso urbano o percorsi limitati è interessante; e comunque solo dove ci sono incentivi ha realmente un suo mercato (vedasi la Norvegia).

In Italia concordo con il problema di quantità d'energia attualmente prodotta, ricordo che nelle estati calde col problema di condizionatori accesi siamo spesso a rischio black-out.

Dalla Germania in su, ci sono centinaia di pale eoliche che producono energia, ma ho sentito che in Italia alcuni li considerano antiestetiche e quindi ci sono notevoli problemi.
 

galassia06

Iscritto Attivo
28/3/16
1,238
42
48
Giove
CI VUOLE TEMPO La Tesla Model 3 in Italia si farà attendere, questo è certo. Un po' di più dopo i ritardi nella produzione recentemente annunciati: 260 esemplari a fronte dei 1.500 previsti per settembre. Un problema facilmente prevedibile per un'azienda da 80.000 auto l'anno (2016) ritrovatasi con circa 180.000 ordini il giorno dopo l'annuncio del suo modello più economico: la Model 3, appunto. Che però potrebbe essere l'auto del decennio, quindi mese più mese meno non fa la differenza.

DI MODA O DI MASSA? La aspettiamo comunque entro il 2018. Se sarà effettivamente un'auto così dirompente, molto dipenderà dalla capacità di Tesla di assecondare la domanda, potenzialmente un boost per il mercato dell'auto elettrica. Una domanda già alta per gli standard di Tesla, altissima nelle aspettative di Musk (500 mila ordini entro il 2018 per tutte le Tesla) e quantomeno promettente per gli analisti di Morgan Stanley: secondo loro, infatti, ci saranno circa 32 milioni di Tesla in giro per il mondo nel 2040. Perciò Tesla costruirà altre due Gigafactory sul modello di quella californiana, una a Buffalo e l'altra in Europa. Sfornando batterie a spron battuto.

QUANTO COSTA Negli USA, la Tesla Model 3 parte da 35.000 dollari ma costa ancora meno grazie agli incentivi. Tradurre il prezzo in euro è un po' difficile: di sicuro non sarà basso quanto quello americano, per quanto largamente più abbordabile rispetto a quello di una Model S, auto più grande e più performante.

UN PO' DI NUMERI La Tesla Model 3, di dimensioni leggermente più generose di una BMW Serie 3 (469x193x140 con un passo di 287 centimetri) è comunque una cinque posti vera con un bagagliaio di 425 litri. Ne esistono due tipi: una con un'autonomia di circa 350 chilometri, capace, in mezz'ora di ricarica, di ripristinarne circa 200; l'altra con una batteria capace di coprire – a detta della Casa – 500 km con un ciclo. Tra le due c'è una differenza anche nelle prestazioni: 0-100 in 5,6'' contro 5,1'', 210 km/h di velocità massima contro 225. In futuro potrebbe aggiungersi una versione a trazione integrale.

COM'É E' il modello “pop”, ma pur sempre una Tesla in tutto e per tutto. A partire dal design esterno immediatamente riconoscibile, minimalista e pulito. La carrozzeria ha superfici lisce e semplici, fatte apposta per accarezzare l'aria: lo dice anche il Cx, fermo a 0,23. Gli interni sono tanto essenziali quanto high tech. Colpisce il grande schermo touch da 15 pollici sospeso sulla consolle centrale, unica interfaccia tra auto e pilota. E fa specie anche il volante multifunzione, che ha due due rotelle nelle razze per impartire i comandi. Strano ma figo.

IQ Si potrà personalizzare con dei pacchetti, per rendere l'ambiente più lussuoso. Ovviamente a un certo prezzo. Quel che si rischia di sottovalutare, però, è la quantità di tecnologia di cui la Model 3 dispone, perlopiù nascosta; a cominciare dall'autopilot con sette telecamere, radar e 12 sensori a ultrasuoni. Anche qui bisognerà mettere mano al portafoglio, con un occhio alla lista degli optional, per sfruttare al massimo il potenziale della Tesla Model 3 in materia di guida autonoma.

Ma la Mercedes Benz ...risponde .... :
Lo stabilimento Mercedes-Benz di Sindelfingen produrrà i modelli elettrici del marchio EQ, diventando così il centro di competenza per le vetture elettriche a batteria del segmento superiore e di lusso. I futuri modelli EQ saranno integrati nella produzione di serie degli attuali stabilimenti Mercedes-Benz nei quattro continenti. Le nuove elettriche si baseranno su un’architettura appositamente sviluppata per i sistemi di alimentazione elettrica a batteria, che si distingue per un elevato grado di scalabilità da ogni punto di vista oltre ad essere utilizzabile trasversalmente per più modelli.

La scelta del centro della rete produttiva cui affidare altri modelli EQ dipenderà dalla richiesta del mercato.

Tutti e tre i centri tedeschi che realizzano autovetture rivestono così un ruolo chiave per la mobilità elettrica nella rete globale. Gli stabilimenti di Brema, Rastatt e Sindelfingen vantano infatti buona competitività sia per quanto riguarda il portafoglio di prodotti, sia per la capacità di innovazione offrendo nel contempo al personale ottime prospettive per il futuro.

“Mercedes-Benz Cars prosegue l’offensiva elettrica all’interno della rete mondiale. In questo modo sfruttiamo in modo ottimale le possibilità offerte dall’elettromobilità, limitando nel contempo sensibilmente gli investimenti necessari. Fin dall’inizio abbiamo investito a livello globale nella flessibilità e nell’equipaggiamento tecnico con le soluzioni avveniristiche dell’industria 4.0. Ora sono quattro i centri di competenza dediti alla produzione di modelli elettrici, nello specifico Brema, Rastatt, Sindelfingen e lo stabilimento smart di Hambach”, a dichiarato Markus Schäfer, Membro del Divisional Board di Mercedes-Benz Cars

Detto questo per onestà... !!!
anch'io come djlight .... sarei non tentato come lui ... ma il futuro o elettrico o a idrogeno ( BMW in primis .. ) ancora più pulito ...ma anche pericoloso..... , e mi ripeto " secondo me non siamo ancora pronti ... spero di sbagliami ....

Ahh ehhh ... si NordKapp ricordo ... la storia del Turchino ...... e perchè non tirare giù i giovi , la scofferra , creto , ecc. , sai che l'inquinamento ambientale non ve ne sarebbe più.....
Rispondendo a Djlight ,se si ha la fortuna di abitare i casa singola si può prendere in considerazione i pannelli fotovoltaici ... e si diventa anche produttori d'energia .... ma i costi dell'impianto si ammortizzano in 10 anni ... da valutare .... ciaoo
 

djlight

Super Moderator
Staff Forum
22/5/06
7,174
17
38
38
Milano, Italy
i pannelli solari come dice nordkapp hanno problemi di smaltimento ma la loro vita media è di 30 anni.
Per l'idrogeno non sono molto convinto. Se prodotto dal metano tanto vale usare il metano, se estratto dall'acqua direi che ci giochiamo l'unica cosa essenziale alla nostra vita
 

galassia06

Iscritto Attivo
28/3/16
1,238
42
48
Giove
Ma i costi su una villetta di 100 MQ .. sono più o meno di 45000 € ... e si ammortizano più o meno in 10 anni ..... + smatimento + acquisto auto elettrica .... ( eventuali tasse !?!?! ) ... ne vale la pena .... ero quasi tentato in questi giorni ... mi sà che .... rimando ... ciaooo
 

Nordkapp

MBenz Owner
2/6/06
4,774
97
48
, Italy.
Sulle auto ( e motorini, ecc...) a batteria i cinesi stanno lavorando e ne vendono già nel loro Paese; quando decideranno di inondare il mondo (vedasi l'acquisto della Volvo e la ricalibrazione del marchio sportivo in marchio elettrico), se non ci sono barriere economiche, avranno vita facile.

Pare che quest'anno arriverà in Germania la Borgward, il marchio è quello vecchio tedesco, ma la produzione è tutta cinese.

L'auto ad idrogeno, prima di fare questa farei degli impianti per l'idrogeno ed utilizzo fisso dove non c'è metano, gpl, ecc...... l'idrogeno da quel che so ha dei problemi in caso d'incidente piuttosto pericolosi, in passato ricordo che la Bmw aveva dei serbatoi speciali per tenere il gas a temperature molto basse e per far questo doveva autoconsumare una parte dell'idrogeno.

La Tesla, leggo su vari giornali economici che ci sono parecchi contrattempi e stranezze finanziarie; riuscirà a diventare un marchio di massa oppure questo la porterà sulla via della rovina finanziaria? In generale ha senso mettersi a produrre un prodotto di relativa massa (parliamo quindi in questo caso di Model3) contro Audi A4 (per me le MB C / Bmw 3 sono di livello superiore) oppure è un boomerang finanziario?

I pannelli fotovoltaici in alcune regioni sono già da inserire nei progetti di nuove costruzioni, comunque il costo scende di anno in anno.
 

galassia06

Iscritto Attivo
28/3/16
1,238
42
48
Giove
Ciao NordKapp ,
- Cinesi :
diciamo che prima copiavano e male ... poi hanno iniziato a copiare e bene e il prodotto qualità /costo era super .. ora a certi livelli non copiano più ... hanno prodotti ok ... ma il prezzo è quasi uguale ai produttori di tutto il mondo ..... ma attenzione a dazi/dogana e iva ... ho sperimentato due anni fà....
- l'idrogeno .... e si avevo già messo in evidenza che è pericoloso ( i BMW ... pioniera ... ) .. ma fonte estremamente pulita ...in tutto ....
- i pannelli fotovoltaici ...i prezzi saranno anche in costante discesa ... ma somma tutto ... ( anche il costo auto ... ) ... ciaooo
 

Nordkapp

MBenz Owner
2/6/06
4,774
97
48
, Italy.
Cinesi e coreani, nel campo automobilistico si sono formati dei centri design di livello molto buono ed hanno collaborazioni (più o meno pubblicizzate) con designer famosi.
Il dubbio che molti prodotti automobilistici italiani medio-grandi degli ultimi decenni siano stati disegnati male, per me è qualcosa di più di un ipotesi, avranno risparmiato sui designer o si sono buttati su teorie estetiche diverse dal comune?

Appunto l'idrogeno, perchè non usarlo per riscaldare impianti fissi, magari in zone industriali?
E' lo stesso discorso del fatto che si parla tanto di auto autonome, però nel futuro potrebbe eesere più interessante fare camion che in autostrada viaggino autonomamente a velocità di codice incolonnati; sempre con l'autista a bordo che potrebbe poi riprendere la guida usciti dall'autostrada fino a destinazione.