0 a 100, scrivete anche i metri di uscita!

djlight

Super Moderator
Staff Forum
22/5/06
7,174
17
38
39
Milano, Italy
0 a 100, scrivete anche i metri di uscita!

Ciao a tutti,
apro un topic for fun per farvi riflettere u una cosa...
Prendete due macchine nell'esempio X e Y
X accelera a 0 a 100 in 10 secondi
Y accelera a 0 a 100 in 10 secondi

Ma chi alla velocità di 100 km orari sarà più avanti presupponendo una partenza assime?

Bè secondo il mio parere (credo giusto) senza sapere i metri percorsi non si può dire visto le leggi della fisica
trattandosi di Moto non uniformemente accelerato .

Se si trattasse di moto uniformemente accelerato inceve avremmo le macchine sempre una a fianco all'altra.

Scusate il ragionamento, però sulle riviste dovrebbero indicare i metri non solo il tempo.
Alcuni lo fanno ma la maggior parte no!
Saluti!
 

aleslk

Moderatore
7/6/06
571
0
0
44
Cuneo
A ragione djlight: la accelerazione su uno 0-100 km/h non è costante quindi non si può sapere chi sta davanti se non con i metri percorsi!
Beh io faccio i 130 in prima....[8D]
 

djlight

Super Moderator
Staff Forum
22/5/06
7,174
17
38
39
Milano, Italy
quote:Originally posted by Tyler03

quote:Originally posted by Tyler03

ragà... non c'entra niente se l'accelerazione non è costante...se la macchina x fa gli 0-100km/h in 10 secondi e la macchina y la stessa cosa, significa che per arrivare a 100km/h impiegano lo stesso tempo .... se vuoi sapere lo spazio moltiplichi la velocità per il tempo e te ne freghi dell'accelerazione... non so se mi sono spiegato
il fatto che il moto non sia uniformemente accelerato te ne fraga poco ... tanto le macchine accelerano alla stessa maniera
Mi spiace contraddirti.
Se la macchina x accelara da 0 a 90 in 1 secondo e da 90 a 100 in 9 secondi farà sicuramente più strada di una che accelera da 0 a 10 in 9 secondi a da 10 a 100 in 1 sec

quote:
se vuoi sapere lo spazio moltiplichi la velocità per il tempo e te ne freghi dell'accelerazione... non so se mi sono spiegato
si ma devi moltiplicare la velocità media e per calcolare la velocità media devi sapere i metri percorsi.
 

aleslk

Moderatore
7/6/06
571
0
0
44
Cuneo
Allora dimostrazione pratica che difficilmente corrisponde alla realtà:
la macchina x accelera da 0 a 99 km/h in un secondo e impiega gli altri nove ad arrivare a 100km/h
la macchina y accelera da 0 a 1 km/h in nove secondi e impiega l'ultimo ad arrivare a 100km/h
Stessa accelerazione cioè da 0 a 100 km/h in dieci secondi ma chi arriva per primo? ;)
 

djlight

Super Moderator
Staff Forum
22/5/06
7,174
17
38
39
Milano, Italy
quote:Originally posted by aleslk

Allora dimostrazione pratica che difficilmente corrisponde alla realtà:
la macchina x accelera da 0 a 99 km/h in un secondo e impiega gli altri nove ad arrivare a 100km/h
la macchina y accelera da 0 a 1 km/h in nove secondi e impiega l'ultimo ad arrivare a 100km/h
Stessa accelerazione cioè da 0 a 100 km/h in dieci secondi ma chi arriva per primo? ;)
Esatto.
Cmq si può provare facilmente in strada accelerando meno della potenza massima per arrivare ad esempio a 100 all in 30 secondi usando due metodi di salita diversa.
La prima volta acceleri molto all'inizio e poco alla fine
la seconda il contrario
a parità di tempo impiegato per arrivare a 100 km/h ci si accorge che i metri non sono gli stessi.
 

djlight

Super Moderator
Staff Forum
22/5/06
7,174
17
38
39
Milano, Italy
se ho tempo ti scannerizzo la pagina.
due macchine con stesso 0 100 hanno due uscite in metri diverse. Devo trovare il giornale però :D
 

alfa4ever

Nuovo Iscritto
5/6/06
2,590
0
0
No, così calcoli l'accellerazione media.

Se prendi una punto 55(54cv 0-100 in 15 o 17 secondi, non ricordo, chiamato T1) e una coupè 2.0 20 turbo(220cv 0-100 in 6.3 secondi, chiamato t2), fai partire la punto, aspetti un tempo uguale a T1-T2, poi fai partire la coupè, arrivati a T1, la punto sarà a 100 km/h, la coupè pure.
Però la coupè sarà molto indietro rispetto alla punto.

Altro esempio, prendi una 155 2.0 ts 16v(insomma una tempra con uno stemma non suo sul cofano), che a quanto pare prende il limitatore in 5a marcia.

Prima prova: vai su un tratto bello dritto, parti da fermo, schiacci tutto e arrivi a limitatore in 5a in un certo tempo.

Strozzi leggermente il motore in qualche modo(LEGGERMENTE), in modo da perdere pochi cavalli, ma in modo che il motore arrivi comunque al limitatore in 5a.

Seconda prova: vai su un tratto bello dritto, parti da fermo, schiacci tutto e arrivi a limitatore in 5a in un certo tempo.
Sta volta ci hai messo un po di tempo in più, e ci hai messo più spazio, perchè il motore ci ha messo di più a salire di giri, specialmente sopra i 200 all'ora.

Togli la strozzatura, metti un bel collettore di scarico, filtro a pannello, alberi a camme e centralina(però non facendo spostare il limitatore.

Terza prova: vai su un tratto bello dritto, parti da fermo, schiacci tutto e arrivi a limitatore in 5a in un certo tempo.
Questa volta il tempo è minore, e lo spazio anche.
 

aleslk

Moderatore
7/6/06
571
0
0
44
Cuneo
Non per peccare di presunzione ma noi ing siamo mooltoo pragmatici e per lavoro non possiamo e dobbiamo sbagliare [8D]
Fatta questa premessa torno a ribadire che in presenza di stesso tempo per passare da 0 a 100 km/h lo spazio percorso può essere differente anche su moto rettilineo!
Se seguite l'esempio postato capirete il senso fisico, adesso provo a spiegarlo matematicamente: lo spazio percorso è l'integrale della velocità e l'accelerazione ne è la derivata, pertanto con accelerazioni differenti la funzione che descrive la velocità sarà differente (pur avendo lo stesso punto di partenza e di arrivo), quindi l'andamento nel tempo è diverso e lo spazio percorso in un grafico velocità-tempo è l'area sottesa alla curva che inevitabilmente è differente!
Per il costo della consulenza vi manderò l'onorario...[8D]
 

Giorgio

MBenz Prime Curve
27/12/06
53
0
0
Torino, Italy.
saro' limitato cerebralmente ma ancora non capisco come sia possibile avere uno spazio diverso se il tempo e' uguale per tutti. bohhhhhhhh :D
 

1998K

MBenz Owner
12/10/06
6,709
0
36
Italia
quote:Originally posted by Giorgio

saro' limitato cerebralmente ma ancora non capisco come sia possibile avere uno spazio diverso se il tempo e' uguale per tutti. bohhhhhhhh :D
perchè "all'interno di quello stesso identico tempo l'accelerazione (cioè la "rapidità" con cui aumenta la velocità stessa) non è la stessa per tutte le car.:)
 

1998K

MBenz Owner
12/10/06
6,709
0
36
Italia
quote:Originally posted by Tyler03

si... sono d'accordo, ma l'accelerazione media è la stessa... voi su quella dovete ragionare.. non sull'istantanea... l'istantanea è normale che è diversa... ma se l'accelerazione media è la stessa anche la velocità media è la stessa quindi lo spazio ... sempre che si faccia lo stesso percorso
purtroppo è difficile ragionare senza formule, ma non sarei sicuro che se l'acceleraz media è uguale allora la vel media e lo spazio medio sono uguali!

metti che pur avendo l'accelerazione media uguale per tutti uno accelera di più nella parte finale piuttosto che in quella iniziale (cosa un pò senza senso ma in teoria possibile, visto che stiamo parlando di teoria appunto) ecco sicuramente fa più strada lui piuttosito di un veicolo che ha accelerato "di più" a velocità basse.

 

aleslk

Moderatore
7/6/06
571
0
0
44
Cuneo
quote:Originally posted by Tyler03

si... sono d'accordo, ma l'accelerazione media è la stessa... voi su quella dovete ragionare.. non sull'istantanea... l'istantanea è normale che è diversa... ma se l'accelerazione media è la stessa anche la velocità media è la stessa quindi lo spazio ... sempre che si faccia lo stesso percorso
E chi lo dice?
 

alfa4ever

Nuovo Iscritto
5/6/06
2,590
0
0
Ma scusate, se voi prendete due auto, una che non va manco a calci, e un'altra abbastanza veloce, le mettete di fianco, fate partire il polmone, aspettate che passi un tempo uguale alla differenza dei due tempi di accelerazioni e fate partire l'auto abbastanza veloce.
Quando il kiodo raggiunge i 100km/h, li avrà raggiunti anche l'altra, però sarà più indietro.

Se volete facciamo una prova, io metto a dsposizione il kiodo:D

Poi scusate, se il cosiddetto chiodo ci mette 20 minuti(per assurdo) per arrivare a 100, e li ha raggiunti con una media di 90 all'ora(più sale la velocità più l'accelerazione diminuisce), e il cosiddetto bolide ci mette 6.3 secondi e velocità media di 60 all'ora, oltre all'esiguo tempo a disposizione, c'è anche la velocità media che non permette di raggiungere il chiodo(anche perchè a 90 all'ora in venti minuti, calcolo mentale ultraveloce, avrà fatto 30 km) in 6.3 secondi.
 

s-class

Nuovo Iscritto
20/6/06
1,160
0
0
Italy
basta la logica per capire che se una ferrari impiega 3 secondi per accelerare da 0 a 100km/h e una panda ne impiega 10, è ovvio che la ferrari avrà percorso meno strada della panda una volta toccati i 100km/h!
 

aleslk

Moderatore
7/6/06
571
0
0
44
Cuneo
Allora facciamo un po' di chiarezza:
prendete carta a quadretti e matita
disegnate un asse verticale e un asse orizzontale
sull'assa orizzontle c'è lo scorrere del tempo in secondi
sull'asse verticale c'è la velocità in km/h
l'origine rappresenta che le macchine sono ferme al tempo 0
il punto di arrivo può essere ad esempio 100 km/h dopo 10 sec
potete unire i due punti con infinite curve (la semiretta che le unisce è il moto uniformemente accelerato)
l'area che sta sotto la curva (integrale della curva) rappresenta lo spazio percorso
Quindi a parità di accelerazione media (punto di arrivo coincidente) si hanno velocità medie completamente differenti e ancor di più spazi percorsi diversi!
Se volete parto con le equazioni ma così è la maniera più semplice per capirla! ;)
 

MercedesMods

Nuovo Iscritto
30/5/06
1,241
0
0
49
Como Italy.
www.mercedesmods.it
dalle centinaia di fogli a quadrettoni diligentemente rubati a mio figlio:Dsono arrivato alla conclusione che solo con moto uniformemente accelerato si percorrono meno metri possibili mentre con accelerazioni medie sia più veloci all'inizio che alla fine si percorrono più metri...????
giusto ale??;)